Aumentare la visibilità su Google

Aumentare la visibilità su Google

Se vuoi incrementare i tuoi profitti devi aumentare la visibilità su Google della tua attività. Come? Devi integrare al tuo sito web un blog.

In un post precedente abbiamo analizzato 2 dei motivi per cui è indispensabile avere un blog. Ma in realtà le ottime ragioni sono 4 (e anche di più) e in questo articolo parleremo di altre 2. Ma prima devi capire un passaggio fondamentale.

Perché aumentare la visibilità con un blog su Google: oggi la ricerca avviene in rete.

Senz’altro sei al corrente che un blog può essere indicizzato e posizionato su Google mediante un’ attività SEO on-page. Questo significa che su ogni articolo che tu scrivi, e sulle quali dovrai applicare o farti applicare se non hai competenze lato SEO, determinate azioni studiate in anticipo, per far si che ogni articolo venga indicizzato, reperito e sopratutto “amato” dai visitatori e da un motore di ricerca. Già questo dovrebbe farti capire perché aumentare la visibilità su Google sia importante per far reperire i tuoi servizi.

Con l’avvento di internet, dell’adsl, della navigazione in rete con i dispositivi mobili, oggi la maggioranza delle persone usa un motore di ricerca come Google, Bing, Yahoo etc, per cercare un servizio o un’ informazione.

Come ti ho spiegato nell’articolo dedicato ai primi 2 motivi per creare un blog, hai capito che mediante esso può fare un lavoro di qualità più che proponendo la vendita di un prodotto o di un servizio, fornendo la risposta a determinati bisogni, problemi, curiosità che possono attrarre le persone verso i tuoi contenuti informativi e trasformarli in contatti, clienti e promotori. Il blog rientra anche in un’ attività che si chiama il “content marketing” che a sua volta fa parte di una strategia più articolata dal nome “inbound marketing“.

Un’altro fattore riguarda la quantità illimitata e praticamente gratuita di informazioni presenti su internet. Le persone sono diventate sempre più assetate di informazioni e abili nel reperirle. Grazie ad internet oggi è molto più semplice rispetto al classico materiale cartaceo, reperire delle informazioni dettagliate e informative.

Molti ormai amano documentarsi, sono curiose e si sono specializzate nel cercarle prima di decidere di acquistare un servizio o un prodotto. Fanno delle comparazioni fra un sito e l’altro e chi vince? Quelli che hanno proposto il miglior prezzo? Non necessariamente.

Aumentare la visibilità su Google: chi vince?

Vince colui o colei che ha fornito maggiori informazioni utili al potenziale cliente a documentarsi, informarsi, vedere come un determinato servizio o prodotto gli risolve un problema. Trasmettendo competenza, disponibilità e generosità nell’informare ed educare i tuoi lettori, generi quella fiducia indispensabile a trasformarli in clienti.
Dove c’è informazione c’è anche condivisione: prova a pensare a quante volte hai digitato una frase chiave per cercare la risposta a un problema su Google?

Per illustrartelo ti faccio un esempio pratico: 3 anni fa realizzai un sito web per conto di un dentista che aveva capito l’importanza di aumentare la visibilità su Google e abbiamo integrato nel suo interno un blog. Così abbiamo iniziato a pensare a quale tipo di problemi può avere chi ha bisogno di un dentista. Una cosa che ci venne in mente fu il problema di coloro che finiscono in mano agli abusivi e non ne hanno la più pallida idea.

Così uno degli articoli che decidemmo di creare mirava a rispondere ad un problema e bisogno specifico: come faccio a riconoscere se il mio dentista è vero o falso? L’ articolo come puoi vedere dalla foto sottostante è posizionato in prima pagina e in quarta posizione su chiave di ricerca “riconoscere dentista falso”.

In quell’ articolo fu data una risposta pratica indicando anche quali passi compiere per verificare se il dentista era iscritto o meno all’albo. Indicammo il sito, inserimmo le foto dove visualmente la persona poteva seguire i steps indicati.

aumentare la visibilità su Google

Non credi che il dentista in questione abbia guadagnato qualche punto di fiducia e credibilità con quell’articolo? E non solo, l’articolo riscosse parecchia condivisione sui social network, in particolare su Facebook.

Ti ho citato questo esempio proprio perché arriviamo al 3 motivo per cui dovresti creare un blog per aumentare la tua visibilità su Google. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *