Creare un blog perché? I 4 motivi fondamentali

perché creare un blog

Come puoi incrementare i tuoi profitti e ottenere nuovi clienti? Creare un blog è assolutamente uno dei miglior modi e ti mostro il perché in questo articolo.

Forse ti stai chiedendo in cosa consista questo strumento di scrittura di articoli.  Forse stai pensando che è roba da artisti, o da coloro che hanno una passione come fotografia, viaggi o storie da raccontare. Nulla di più sbagliato, non puoi fare a meno di avere un blog anche e sopratutto se sei un libero professionista, un artigiano o qualsiasi altra attività commerciale e azienda.

Chi dovrebbe creare un blog e perché?

Ebbene oggi la creazione di un blog sta diventando sempre di più l’elemento cardine di molti liberi professionisti, aziende, artigiani e anche chi lavora nel settore del benessere e della cura della persona come centri estetici, massaggi olistici, terapie alternative e parrucchieri.
Attraverso questo strumento potente e non eccessivamente difficile da imparare ad usare puoi:
1. Trasmettere la tua professionalità e competenza
2. Rispondere a bisogni, domande, aiutare a…
3. Creare una interazione fra il tuo blog e i social media sui quali condividi i tuoi post
4. Aumentare la tua reputazione
5. Incrementare traffico di qualità verso la tua attività commerciale incrementando i tuoi profitti.

Analizzarli uno ad uno ti aiuterà nel momento in cui deciderai di creare un blog.

Creare un blog: motivo n°1, trasmetti le tue competenze.

Forse tu hai già un sito web e ti chiedi a cosa ti possa servire creare un blog. Diciamo che ci sono delle differenze fra l’uno e l’altro ma una cosa è sicura al 100%: è il blog che ti permette di aggiungere valore alla tua attività trasmettendo le tue competenze.
Il sito ti permette di presentare la tua attività, tuoi vari servizi, il tuo portofolio lavorativo e infine i tuoi contatti. Ti consiglio fortemente di integrarlo con un blog dove puoi attivare una strategia di content marketing, con  una serie di articoli mirati che ti permettono di fornire a chi ti legge una serie di informazioni utili e di ottima qualità che devono essere orientate a rispondere ad un bisogno, risolvere un problema, fornire una soluzione e via dicendo

Questo strumento  è fantastico perché ti permette, a costo quasi zero o comunque molto contenuto, di farti prima reperire grazie ai motori di ricerca, di farti conoscere,  di farti apprezzare e amare da chi ti legge fino a conquistarti la fiducia di coloro che ti seguono trasformandoli in clienti.

Forse ti starai chiedendo se vale la pena fare questo sforzo e investire il tuo tempo ed energie in tale direzione?

Devi sapere che ci sono delle statistiche che dimostrano chiaramente che colore che scrivono nel loro blog uno o due articoli al mese riescono a generare circa dal 70 al 90 % di contatti in più rispetto a coloro che non lo fanno. Coloro che scrivono dai 6 agli 8 articoli al mese, addirittura riescono a raddoppiare i loro contatti..Ovviamente bisogna essere realisti, se apri un blog oggi e inizi a scrivere non puoi aspettarti questo tipo di risultato domani. Come ogni cosa all’inizio devi armarti di pazienza e lavorare con costanza. I risultati delle statistiche che ti ho fornito sopra dimostrano però che in una strategia di content marketing a medio e lungo termine i risultati arrivano.

 

Quali tipi di contenuti sono indicati quando si crea e gestisce un blog?

  1. Articolo testuale con immagini o grafici esplicativi.
  2. Video dove mostri e spieghi una determinata attività o un dettaglio della medesima.
  3. Un file audio da far ascoltare. Guide da Scaricare etc

Tutto questo da valore alla tua professionalità e ti rende autorevole dal punto di vista di chi mostra apprezzamento per ciò che scrivi e inizia a seguirti.

Creare un blog: motivo n°2 aumenti la tua reputazione con il Content Marketing

Il secondo motivo per cui dovresti creare un blog ha a che fare con “l’altruismo”. Mediante la scrittura di articoli, o di video o altre cose, tu puoi aiutare le persone. Questo metodo a relazione con il Content Marketing.

Ci sono molti modi in cui si possono aiutare le persone che potranno diventare i nostri futuri clienti a seconda del settore in cui lavoriamo. Questo tipo di supporto può essere focalizzato su  come aiutarli risolvere un problema, migliorare un’ aspetto della vita, guidarli nella valutazione di un servizio o di un prodotto etc.. e pubblicando articoli e contenuti utili a rispondere ai loro bisogni.

Ora già immagino la tua perplessità e starai pensando che ti sto scambiando per la croce rossa. Ci è stato insegnato che in affari uno deve guardare solo ai propri interessi.

Questo modo di pensare lo devi rovesciare e ora ti spiego perché. Il Content Marketing migliora la tua reputazione come professionista e ti aiuta a posizionarti come l’esperto di riferimento nel tuo settore o in una nicchia di mercato. Quindi devi imparare a essere generosa/o  nel fornire contenuti utili ai tuoi clienti o potenziali acquirenti. Nel tempo verrai ripagato in base all’impegno che metterai nel seguire il tuo blog

Perché ci si può aspettare di ricevere qualcosa se prima non si è disposti a dare?
Se tu pensi ai tuoi clienti usando una qualità fondamentale che è “l’empatia” e ti metti nei loro panni, troverai senz’altro una gran quantità di idee su quali contenuti fornire loro.

Non preoccuparti se non sei abituata/o a scrivere. Ti spiegherò nel tempo come articolare i tuoi contenuti.

Facciamo qualche esempio pratico?

Centro estetico: potresti provare a far vedere “i 10 passi” per il trucco da matrimonio con una serie articoli correlati di immagini nel  blog o una serie di video.

Riflessione: e se poi con questi articoli la cliente se lo fa da sola il trucco? Può anche succedere, ma hai pensato invece alle tante che in seguito a questa serie di articoli, magari affascinata dal tuo stile potrebbe invece rivolgersi a te? Può anche succedere che una persona abbastanza abile si faccia il suo trucco da sola, ma per ognuna di queste hai qualche probabilità in più di arrivare al cuore di coloro che non hanno l’abilità di truccarsi da sole, sopratutto per un evento tanto importante.

Questo è solo un esempio per dare uno stimolo a pensare, si pensa a quante opportunità hai di farti conoscere in questo modo e farti amare da chi ti segue. Nel momento in cui avranno bisogno di un servizio si ricorderanno di te che gli hai fornito dei contenuti utili. Non si ricorderanno di colui da cui non hanno ricevuto nulla. Se vuoi avere qualcosa devi dare qualcosa.

Creare un blog: motivo n°3 “la SEO”

Molto spesso avere solo un sito web può essere limitante per fare SEO in modo serio e ottimale. Per dartene un idea ho pensato a chi ha un’ attività di giardiniere. Nel classico sito vetrina puoi ottimizzare poche frasi chiave del tipo il nome del servizio e il nome della località dove reperire il servizio tipo ” Giardiniere + nome località”.

Ora pensando alle tante informazioni che si possono fornire con un blog, pensa a quante altre chiavi di ricerca si possono ottimizzare e a quanti bisogni, curiosità, problemi e via dicendo si può dare una risposta in regola con i principi dell’Inbound Marketing?

Per esempio:

  • Creare un’ impianto di irrigazione
  • 5 modi per potare una siepe a regola d’arte
  • Mantenere il prato al top in 7 mosse
  • Come e quando potare il tuo abete

Ora ti rendi conto di quante possibilità hai di fare content marketing realizzando un blog?

Creare un blog: motivo n°4 “Regna sui social”.

Ho scelto questa farse per farti comprendere una cosa: Hai mai pensato al giorno in cui Facebook passerà di moda? O forse come tanti altre piattaforme potrebbe essere eliminato? Hai mai pensato se un giorno cambiassero le regole e tu non potrai più fare determinate cose? Per farti un esempio: fino a pochi giorni fa, su Facebook potevo condividere un post in 5 gruppi contemporaneamente. Invece senza preavviso ora posso farlo solo su un gruppo alla volta.

Morale della favola? Sui social finché va, va. Ma nel momento in cui cambiano le cose tu non puoi farci niente, sei impotente e se hai investito tempo e soldi nulla ti garantisce che non perdi un giorno il lavoro fatto. Realizzando un blog al contrario, tu sei l re, il sovrano, il proprietario assoluto. Il lavoro che hai fatto con la pubblicazione di articoli non verrà meno perché se lavorerai bene li posizionerai sui motori di ricerca. Nessuno detterà legge su ciò che puoi fare con il tuo blog.

Tu mandi in rete quanti post su Facebook? Se domani Facebook non esiste più hai perso il tuo lavoro. Crea un blog, scrivi un articolo ben fatto, e regna sui social condividendone il link con un breve titolo e testo descrittivo.

Su Facebook le persone non amano leggere chilometri di testo, ma su un blog si. E’ solo qui che puoi attrarre le persone che impareranno a conoscerti, ad apprezzare le tue competenze, a condividerle e probabilmente avrai un’ opportunità in più di attirare potenziali clienti.

Buon lavoro!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *